L'AZIENDA

Nel 1971 Bianchini&Capponi comincia ad Arezzo, Toscana, grande città d'arte e culla dell'antiquariato italiano, la sua attività produttiva nel settore dell'arredamento. Fin dagli esordi, caratterizza le proprie linee per un'ispirazione retro, legata alla rilettura dei grandi classici del mobilio di tutti i tempi, e per una cura artistico/artigianale nella lavorazione.

Nel 1980, in un momento di rinnovata attenzione per la stanza da bagno, Bianchini&Capponi è la prima azienda a proporre mobili da bagno di legno massello in stile antico. Il successo à immediato: piace subito l'idea di un tocco un po' 'imperfetto', unico, capace di trasmettere personalità e calore attraverso l'impiego di materiali naturali come il legno massello o il marmo.

Nel corso degli anni, la produzione di Bianchini&Capponi si amplia nelle linee e nelle tipologie fino ad arredare con stile ogni ambiente della casa, dai mobili da bagno, ai cassettoni e ai complementi d'arredo, alla progettazione di elementi per la cucina, con un'attenzione particolare per le cucine in muratura, fino alle porte.


Nel 1996 Bianchini&Capponi lancia sul mercato una nuova linea dedicata agli amanti dei pezzi unici di prestigio: la linea Rinascimento, composta da mobili e porte rigorosamente rifiniti a mano, eseguiti seguendo le più antiche tecniche del restauro, arricchiti nel caso da preziosi decori manuali.

Nel corso della sua vita produttiva, Bianchini & Capponi ha sempre dimostrato di saper proporre collezioni capaci di segnare nuove tendenze e stili. L'attuale trend vincente è sicuramente l'abbinamento di ambienti moderni minimali, tipo loft o di massima semplicità, come pareti stonacate o mattoni a vista, con mobili che sempre più assomigliano a originali pezzi di antiquariato, tale è il loro grado di finitura e di cura dei particolari.